Federico Massimo Ceschin

 

Federico Massimo Ceschin si occupa di gestione e valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in particolare attraverso la ricerca e lo sviluppo di itinerari culturali e percorsi di mobilità sostenibile. Propone modelli innovativi di fruizione e di valorizzazione del patrimonio e dell’identità nazionale, sostenendo l’affermarsi di una nuova “economia della bellezza”.

Nato a Venezia, manager pubblico con oltre venticinque anni di esperienza in numerose regioni d’Italia e d’Europa, è stato a lungo impegnato nel posizionamento strategico di aree territoriali, anche in progetti di eccellenza turistica del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (Mibac). È stato consulente stabile del Gruppo Galgano, iscritto all’albo dei Directors presso la UK Companies House di Londra, collaboratore di gruppi parlamentari europei a Bruxelles e Strasburgo, si è occupato di Agenda 21 presso l’International Council of Local Environment Initiatives di Friburgo ed è stato vicepresidente dell’Associazione Europea Vie Francigene, rete portante del Consiglio d’Europa.

Tra le iniziative di rilievo, è stato responsabile del percorso di Agenda 21 a Venezia ed ha collaborato alla redazione del documento in altre città italiane, anche come responsabile della partecipazione pubblica.
Ha organizzato lo spazio “Ambasciatori d’Italia” di Expo 2015, dedicato ai patrimoni d’arte e cultura del Paese.
Ha diretto le celebrazioni per il bicentenario dell’opera “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang von Goethe.
Ha coordinato il grande evento dell’ostensione e della traslazione delle spoglie di San Pio e la visita del Santo Padre Benedetto XVI a San Giovanni Rotondo.
E’ stato project manager di Regioni italiane nell’ambito di progetti LIFE di conservazione della biodiversità ed ha gestito partenariati complessi e budget significativi nell’ambito di numerosi altri progetti europei.
Ha svolto le funzioni di amministratore pubblico, direttore di consorzi di promozione turistica, manager di agenzie di marketing territoriale, coordinatore di Festival e responsabile di progetti di sviluppo rurale.

PREMI
E’ stato insignito del riconoscimento internazionale Un Bosco per Kyoto, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, per le personalità che si sono distinte nella salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente naturale.
Ha ricevuto il premio nazionale SFIDE dal Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie Locali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
E’ stato selezionato dal Ministero della Coesione Territoriale e Invitalia nell’ambito di “99 Ideas for Italy” tra le 99 idee per rilanciare il turismo in Italia.
Ha ricevuto la menzione speciale del premio “Cultura di Gestione” per la progettazione di modelli innovativi che hanno saputo generare incremento e miglioramento dell’offerta di beni e attività culturali, coniugando la sostenibilità economica con il raggiungimento di obiettivi di pubblica fruizione delle risorse culturali e paesaggistiche.
Menzione speciale anche del Premio nazionale “Hombres” per la Letteratura nei piccoli Comuni, Borghi e Aree interne.

RICERCA, SVILUPPO, FUTURO
Attualmente è segretario generale di “Cammini d’Europa”, direttore generale della Fondazione “De Finibus Terrae”, direttore di “Vie Sacre” e coordinatore della rete nazionale dei “Parchi Culturali Ecclesiali” della Conferenza Episcopale Italiana.
È presidente nazionale della Società Italiana Professionisti della Mobilità dolce e del Turismo sostenibile (SIMTUR > www.simtur.it).
Cura il Meeting internazionale "All Routes lead to Rome" (www.routes2rome.it)

E’ docente del Master in Narrazione di Viaggio presso l’Università di Tor Vergata a Roma e dirige il Corso di “Management della filiera delle destinazioni del turismo lento e sostenibile” presso l'Istituto Tecnico Superiore Regionale della Puglia per lo Sviluppo dell'Industria dell'Ospitalità e del Turismo.
Collabora con altre Università, centri di ricerca e autorevoli istituzioni che si occupano di eredità culturale. Ha curato ricerche e dossier per realtà quali Civita, Federculture e Società Geografica Italiana ed è autore di numerose pubblicazioni. Le più recenti: “Il Patrimonio Culturale per tutti” edito come quaderno di valorizzazione dal Mibac, “Del Viaggio lento e della Mobilità Sostenibile” per Exòrma Edizioni, “Non è Petrolio” per Claudio Grenzi Editore e “Territori Strategici” per Franco Angeli).
È direttore della Collana “Itinera” per Armando Editore.
È redattore del “Giornale delle Fondazioni”.

Svolge un’intensa attività di conferenziere e opinionista, anche ospite di trasmissioni televisive quali Linea Blu, Linea Verde, Sereno Variabile e Sì Viaggiare.